Ciao!, devi sapere che questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. I cookie di profilazione vengono utilizzati dai grandi portali come Google, Amazon, Facebook, Ebay ecc... Questi desiderano conoscere le nostre abitudini per poi proporci (nostro malgrado) le loro migliori offerte commerciali. Io non mi sogno per niente di fare cose del genere col mio sito.

Tuttavia, anche in questo sito, possono esserci dei rimandi ai portali/siti che fanno profilazione (p.es. tramite i social), ecco perchè, per saperne di più, devi accedere all'informativa estesa cliccando sul tasto Vuoi saperne di più?, diversamente, cliccando sul tasto Va bene, ho capito! o proseguendo nella navigazione, acconsenti automaticamente all'uso dei cookie. Grazias.

Martedì, Ottobre 17, 2017

Cori

03 Gennaio 2016 by 0 Comment Cultura 979 Views
Il coro Su Nugoresu in una sua esibizione Il coro Su Nugoresu in una sua esibizione Foto @zaramax

La tradizione corale Nuorese nota come "Scuola di Nuoro" è nata nell'immediato dopoguerra, intorno agli anni 50, con la prima formazione diventata esponente della tradizione corale folcloristica isolana, il Coro di Nuoro che si formò a Nuoro nel 1952 per volere di un gruppo di giovani nuoresi appassionati di musica, del canto popolare e tradizioni popolari non solo del Nuorese e della Barbagia ma anche del resto dell'isola.

È al coro di Nuoro che si deve il recupero delle principali melodie delle canzoni popolari della Sardegna. Il Coro di Nuoro riprende quelli che sono gli aspetti più particolari della musicalità Sarda che vanno dal canto a tenore, al canto a chitarra, ai canti sacri e profani che hanno caratterizzato la tradizione musicale nuorese (No potho reposare, Deus ti salvet Maria, Zia Tatana Faragone, Bobore ficumurisca, Miserere, Stabat Mater), effettuando anche un'attività di recupero di motivi tradizionali che stavano rischiando di andare persi come per esempio la canzone Sa pharistoria e balubirde; ha arricchito la musica popolareggiante con ulteriori canzoni sempre rigorosamente ispirate ai canoni più particolari della musicalità sarda (Adios Nùgoro amada, Sa crapola, Su Battizzu poesia di Sebastiano Satta, Su castanzeri, Su candelarju) musicate dal maestro del folklore Giampaolo Mele Corriga attuale direttore del Coro.

Da: https://it.wikipedia.org/wiki/Coro_di_Nuoro

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.