Ciao!, devi sapere che questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. I cookie di profilazione vengono utilizzati dai grandi portali come Google, Amazon, Facebook, Ebay ecc... Questi desiderano conoscere le nostre abitudini per poi proporci (nostro malgrado) le loro migliori offerte commerciali. Io non mi sogno per niente di fare cose del genere col mio sito.

Tuttavia, anche in questo sito, possono esserci dei rimandi ai portali/siti che fanno profilazione (p.es. tramite i social), ecco perchè, per saperne di più, devi accedere all'informativa estesa cliccando sul tasto Vuoi saperne di più?, diversamente, cliccando sul tasto Va bene, ho capito! o proseguendo nella navigazione, acconsenti automaticamente all'uso dei cookie. Grazias.

Lunedì, Dicembre 17, 2018
0 Comment 8741 Views
Mastru Predischedda Mastru Predischedda Un disegno di Francesco Congiu Pes

Indice

sotto le sue parole, che parecchio di quell’eccellente vino, già portato alle stelle dinanzi al suo produttore, risalì dallo stomaco per la gola e fino al naso ed agli occhi dei compagni i quali, non potendone più assolutamente e cadendo riversi e di colpo sulle seggiole, si contorcevano come tante serpi, senza più reni, abbandonandosi ad un sussulto e a un dirò quasi nuovo ballo di San Vito.
...Inchiodati al solito posto, e passando con buon umore da una cosa all’altra, scoccò finalmente il mezzodì del giorno appresso: santa Maria della Neve, attraversando dall’ alto e con un suo squillo velato gli strati candidi di quel vasto lenzuolo, nonché l‘aria tutta inciprignita e piena di abbondanti promesse di gelo, ne aveva dato fin là il tenue e lenissimo annunzio...
...0ggi Frate Sole non é più, come non sono neppure più col loro vino i Sette Fratelli del buon tempo antico. Si sa bene: al mondo ogni cosa cambia, e guai a colui che non s'invértisce, andando magari, come Frate Sole andò e prima del tempo, all'altro mondo!

L’ atto finale.

...Di codesto spirito vivace e bizzaro, singular- mente unico ed inimitabile, il quale dette incontrastabilmente colla sua anima l’impronta ad un’epoca, senza che di questa si sia perduto o s’abbia a perdere un ette; ricordatissimo tra noi, come anche in tutti quei paesi dove passò e si trattenne, é doveroso, trasmessa ormai la sua fotografia in tutte le sue mosse e momenti, e poiché ne abbiamo tanto parlato in cosi breve spazio, che si dica ancora di lui, prima di por termine a questo nostro cenno biografico, qualche cosa d’altro, senza, s’intende, offenderne la memoria, ma presentandola luminosissima intiera e come dev’essere al buon pubblico.

Messo qualche volta in capo un tubino alla Ramaz- zotti, con un panciotto stretto ai fianchi e minacciante ognora di far saltare i bottoni che mal reggevano gli sforzi del ventre; od indossato diversamente e con più indovinata eleganza un altro cappellaccio a larghe tese; buttato sul braccio a mo’ di toga un suo impermeabile a cappuccio, strisciante e rasentante qualcosa il suolo, come soleva pure fare per svago un suo amico avvocato ed in vacanza; non abbandonati mai né un sol memento in saccoccia quei noti esemplari del Pentateuco, tra cui facevan spesso capolino un sedano ed un finocchio cimati: non per altro motivo, intendiamoci, ma solo per la spiegazione socratica della semente e sua riproduzione, faceva ancora convenientemente, destando una certa invidia bontonistica da sala, le sue comparse ufficiali in pubblico e in tutti i mondani ritrovi.


Vota questo articolo
(0 Voti)
Massimo Zara

Admin editor

Sito web: www.massimozara.it/ Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.