Ciao!, devi sapere che questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. I cookie di profilazione vengono utilizzati dai grandi portali come Google, Amazon, Facebook, Ebay ecc... Questi desiderano conoscere le nostre abitudini per poi proporci (nostro malgrado) le loro migliori offerte commerciali. Io non mi sogno per niente di fare cose del genere col mio sito.

Tuttavia, anche in questo sito, possono esserci dei rimandi ai portali/siti che fanno profilazione (p.es. tramite i social), ecco perchè, per saperne di più, devi accedere all'informativa estesa cliccando sul tasto Vuoi saperne di più?, diversamente, cliccando sul tasto Va bene, ho capito! o proseguendo nella navigazione, acconsenti automaticamente all'uso dei cookie. Grazias.

Mercoledì, Agosto 15, 2018
0 Comment 4756 Views
Mastru Predischedda Mastru Predischedda Un disegno di Francesco Congiu Pes

Indice

d’ imperiosa e rustica padronanza, giacché nessuno gli avrebbe potuto togliere dai piedi quelle scarpe se non che a completa consumazione) : ,,ca sunu anzenos e galu a pagare!...“
Si era costretti ridere e si rideva di cuore; per poco (e non era già la vergogna che lo tratteneva) non avrebbe voluto su quella medesima strada — e gia vi si disponeva colla sua solita disinvoltura — intrecciare gli anelli del duru-duru.

A questo modo, così scherzando e ballotando, si arrivò a Cuccu-Baios, il rione che, appartatissimo oggi, ispirò ad un altro suo amico, ma con pochissima fortuna, il canto del Tango.
In questi paraggi le case erano dappertutto chiuse:
dappertutto sembrava che lo stesso freddo le avesse tappate in quel punto e rimpicciolite da sè; onde la nostra comitiva, la quale rappresentava per Nuoro 'un certo avvenimento sempreché la si vedeva riunita in crocchio ed animata, passò inosservata: solo di quando in quando, come se richiamato da un’interna e segreta passione, si affacciava sorridente alla portina di qualche uscio, un visino angelicamente biondo.... conosciutissimo.

Da certe casettine un po’ più discoste poi, ma sempre su quella stessa strada, il fumo, arroncigliandosi sui tetti in disperato contrasto, ne usciva in alto, abbassandosi e sospingendosi di nuovo, col tepore del pane sfonato di fresco.
Ma ecco che Frate Sole rigongola e rinasce più di prima; e data qui improvvisamente la stura ai motti e ai frizzi d’ogni genere, vi si lancia a capo fitto.... E poiché intanto gli sembrava di sentire telepaticamente e con un certo presentimento che il tempo gli si sarebbe presto ed irrevocabilmente oscurato, stroncandone come avvenne in seguito la preziosa esistenza, rievoca in cuor suo ed in quel punto la ballata di Lorenzino de‘ Medici, di cui qualcuno, interpretando il pensiero, coglie come lui a volo e riafferma. E pizzicottava così e poi scherzava ancora ch’era un piacere, oltre che colle scarpe impagate, cogli altri suoi pungenti e cotidiani ricordi. Il ricordo, ad esempio, di una nota di piccoli debiti, scritta e scarabocchiata le cento volte da lui su un quaderno a quattordici righe — la quale non quadrava mai malgrado le sue affannose ricerche — entrò pur essa come una cosa compatibile nell'argomento del giorno; mentre gia’ tutti sapevano che, in un’altra saccoccia sotto l’abito vi era, attraverso i fogli repubblicani e rossi del Corriere delle Maestre, di cui si diceva attivo e zelante corrispondente, un libretto postale ancora vergine ed intonso; il quale, ricavato dalla vendita di un suo terreno di appena due o tre pertiche; messo comunque e come s’immagina in evidenza con quelle aquile reali e bicipiti, ne aveva aumentato di qualche cosa l’auge.


Vota questo articolo
(0 Voti)
Massimo Zara

Admin editor

Sito web: www.massimozara.it/ Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.